La Dolce Vicina del Campanile

La birra Bourgogne des Flandres occupa un posto speciale nel paesaggio birrario di Bruges. Propone un’esperienza quasi unica al giorno d’oggi.
Bourgogne des Flandres

Bourgogne des Flandres

Un liquido prezioso Scopri l’archetipo della tradizione fiamminga delle birre miscelate, dove birre giovani e invecchiate si fondono saggiamente per ottenere l’equilibrio perfetto.Nel birrificio Bourgogne des Flandres, nel pieno cuore di Bruges, la birra Bourgogne des Flandres Pure —una birra tostata ad alta fermentazione— si miscela con la Lambic della fabbrica Timmermans, il birrificio di birra lambic più vecchio del mondo. Questa birra Lambic, invecchiata per più di dodici mesi in barili di legno di rovere, dona alla birra Bourgogne des Flandres un gradevole tocco agrodolce.Con un volume alcolico pari al 5 %, la Bourgogne des Flandres è una birra nobile, dal gusto ricco,  perfetta per l’aperitivo; né troppo leggera né troppo pesante.Dalle radici alla luce All’alba della Prima Guerra Mondiale, la dinastia di birrai Van Houtryve lasciò la sua impronta nella tradizione birraria di Bruges con nientemeno che tre birrifici di sua proprietà: Den Os, La Marine e Ten Ezele e questo non sorprende per nulla, poiché a quell’epoca il numero di birrifici arrivava a trentaquattro a Bruges. Fu in quel periodo di gloria, nel 1911, proprio prima della Grande Guerra, che la crisalide della fabbrica Den Os vide la luce.Con la birra Bourgogne des Flandres, il birrificio Den Os elaborava un’autentica birra rossa tostata delle Fiandre occidentali. La sua creazione rappresentava una sfida per il giovane birraio il cui successo doveva consolidare la sua reputazione di artigiano: sviluppò, infatti, un procedimento di elaborazione unico che più tardi si sarebbe chiamato «infuso di Lambic», che consisteva nel miscelare una selezione delle migliori birre Lambic con una birra tostata ad alta fermentazione. Dopo tre mesi di maturazione in barili di rovere, ottenne una saporita birra tostata ricca di una spuma untuosa che chiamò «Bourgogne des Flandres» (Borgogna delle Fiandre), rendendo omaggio alla duchessa Marie, oltre che all’opulenza delle Fiandre.La birra Bourgogne des Flandres riuscì a resistere alla grande popolarità delle birre Pils dopo la Prima Guerra Mondiale e alle stragi causate durante la Seconda Guerra Mondiale. Tuttavia, nel 1957 Pierre Van Houtryve chiuse le porte del birrificio. La ricetta della birra Bourgogne des Flandres si trasmise, sotto lo sguardo attento di Michel Van Houtryve, ad altri birrifici familiari prima di essere affidata a Timmermans negli anni ottanta, il birrificio di Lambic più vecchio del mondo. Quest’ultimo fu a sua volta sostituito da Anthony Martin, proprietario del birrificio John Martin.La birra Bourgogne des Flandres entrò così nella Finest Beer Selection e oggi recupera il riconoscimento di un tempo. Il suo successo non fu mai smentito e ottenne, nel 2009, la massima qualifica (tre stelle!) dalla prestigiosa giuria di sommelier dell’iTQi (International Taste & Quality Institute).Finalmente, dopo sessant’anni dalla chiusura del birrificio Den Os, la birra Bourgogne des Flandres ritorna nel cuore di Bruges, la sua città natale, grazie all’intervento di Anthony Martin che nel 2012 comprò il vecchio edificio del CPAS nella Kartuizerinnenstraat. Fece costruire un nuovo birrificio urbano nell’attico di questo edificio storico situato a soli due minuti dal mercato del campanile cui è strettamente legato.Ecco dove la birra Bourgogne des Flandres si elabora di nuovo, grazie ai maestri birrai Thomas Vandelanotte e Edward Martin, dal 16 novembre 2015, a due passi dal birrificio Den Os originale. « Meet the brewer »Bourgogne des FlandresI lavori di restauro dell’edificio storico sono terminati e, a un passo dal campanile, il birrificio Bourgogne des Flandres è aperto al pubblico. Gli artigiani che danno vita alla birra Bourgogne des Flandres propongono al visitatore di condividerne con loro il patrimonio potendo persino vedere i giovani maestri birrai in piena azione e parlare con loro.La visita guidata interattiva, della durata di circa quaranta minuti, svela molti dettagli appassionanti sul processo di miscela e sulla storia di questa leggendaria birra di Bruges. Si potranno assaggiare le materie prime e naturalmente il prodotto finito, ma anche assistere al processo di miscela e alla fermentazione aperta. Inoltre, la visita prevede un gioco per bambini. Il birrificio organizza anche laboratori per gruppi in cui ciascuno imparerà a miscelare la propria Bourgogne des Flandres, una combinazione di birra tostata ad alta fermentazione e di birra Lambic.Grazie alla posizione centrale, la sua vista sulla città di Bruges e il gradevole ristorante con terrazzo sul bordo dei canali, questo birrificio è senza alcun dubbio il più romantico del mondo. Da non perdere...Visit the Brewery